Chi siamo

L’Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori (ANAV) si è costituita nel 1944 e rappresenta da 75 anni in Confindustria la categoria delle imprese a capitale privato che esercitano i servizi di trasporto passeggeri con autobus impegnate nel trasporto pubblico locale, nelle autolinee interregionali e nel noleggio autobus con conducente.

Le caratteristiche del settore

Il sistema del trasporto passeggeri con autobus assume dimensioni di grande rilievo tenuto conto dell’importanza in termini di socialità, inclusione, rispetto ambientale, sicurezza ed economicità del servizio pubblico garantito alla popolazione e anche per il positivo impatto sul PIL e sull’occupazione nel nostro Paese.

In particolare, il trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano (escluso il ferroviario) impegna circa 1.000 aziende con un fatturato complessivo di circa 8 miliardi di euro, 100 mila addetti e 47 mila autobus. Sono circa 200 le aziende che operano nel settore delle autolinee interregionali, nazionali e internazionali, con un fatturato di circa 350 milioni di euro, 2.700 addetti, 1.200 autobus. Nel settore del trasporto turistico e del noleggio autobus con conducente operano invece oltre 5.000 aziende con un fatturato che supera 1,2 miliardi di euro, 24 mila addetti e circa 25 mila autobus.

Ambiente e sicurezza

Dal punto di vista dell’incidenza sui volumi di traffico veicolare e sugli spazi occupati, l’autobus risulta marginale rispetto al totale del traffico circolante. Ad esempio, nel centro storico di Roma, contesto in cui la concentrazione risulta essere tra le più elevate d’Italia, la somma dei volumi di tutte le tipologie di autobus incide solo per un valore di poco superiore al 5%.

Anche per quanto riguarda la sicurezza stradale, l’autobus risulta di gran lunga il mezzo di trasporto più affidabile, con dei valori di mortalità paragonabili al treno, mezzo considerato intrinsecamente sicuro. La mortalità associata all’utilizzo dell’autovettura è infatti stimata intorno a 3,5 avvenimenti per miliardo di pass.km, quella dell’autobus inferiore a 0,1 avvenimenti ogni miliardo di passeggeri.km.; il confronto risulta ancora più schiacciante se effettuato nei confronti dei mezzi a due ruote.

Il sistema di rappresentanza

ANAV rappresenta una parte significativa di questa Italia in movimento, comprensivo del sistema delle autostazioni e organizza circa 600 imprese su tutto il territorio nazionale.

ANAV è l’unica associazione datoriale a sottoscrivere entrambi i CCNL, degli Autoferrotranvieri e del Noleggio autobus e autovetture con conducente, relativi a tutti e tre i comparti. E proprio questa centralità e questa “trasversalità”, più ancora dei numeri, è alla base del ruolo di proposta e contributo ad un processo di sviluppo industriale ed innovazione della mobilità collettiva che l’Associazione ha dimostrato di saper assumere nel corso di questi anni.

Rappresentanza degli interessi delle Associate e promozione della “cultura d’impresa” sono i principi fondamentali che ispirano la mission di ANAV, perseguita attraverso:

  • la rappresentanza le imprese associate presso i competenti organi istituzionali nazionali e comunitari;
  • la tutela delle attività delle imprese associate in campo economico e sindacale, anche mediante la stipulazione di accordi e convenzioni a livello nazionale e comunitario;
  • la partecipazione attiva alla contrattazione collettiva per la definizione del C.C.N.L.
  • l’assistenza e consulenza per la soluzione di tutti i problemi sindacali, giuridici, sociali, tecnici ed economici;
  • la promozione della certificazione di qualità delle imprese e l’organizzazione di attività di formazione per l’adeguamento e la qualificazione professionale di tutti gli operatori del settore trasporti;
  • l’organizzazione e partecipazione a ricerche, studi, dibattiti, seminari, convegni e manifestazioni su tematiche di interesse del trasporto viaggiatori.

ANAV aderisce a Confindustria, a Federtrasporto e Federturismo, quale componente del sistema confederale.

In quanto componente dell’IRU (International Road Transport Union), ANAV cura direttamente le relazioni con gli Organismi comunitari ed è attivamente presente in campo internazionale anche nell’ambito di comitati bilaterali con numerosi Paesi.

ANAV per il raggiungimento delle finalità statutarie si avvale di una struttura tecnica in Roma, altamente qualificata e professionale.

L’organizzazione locale di ANAV è garantita sul territorio attraverso 19 Sezioni regionali, ciascuna delle quali con una struttura di rappresentanza analoga a quella dell’ANAV nazionale. Attraverso le proprie strutture territoriali, ANAV cura la rappresentanza degli interessi a livello locale ed è presente in tutti gli organismi in rappresentanza delle imprese associate.

La nostra Storia

Sono passati oltre 70 anni da quando un gruppo di imprese italiane di trasporto con autobus ha deciso di costituire una propria associazione capace di rappresentare e tutelare gli interessi della categoria, rilanciando un settore che ha giocato un ruolo chiave per la rinascita del Paese dalle macerie del dopoguerra.

Nata il 5 agosto 1944 con il nome di A.C.A.S.T. (Associazione Concessionaria Autolinee e Servizi Turistici) e diventata nel 1947 A.N.A.C. (Associazione Nazionale Autoservizi in Concessione), l’Associazione ha contribuito in misura decisiva al processo di ricostruzione della rete di trasporto pubblico, facendo “muovere” il Paese verso un sistema moderno di mobilità in grado di assicurare collegamenti capillari e diffusi. Nel 2000 la fusione con ENAT, fondata nel 1975 per rappresentare le imprese di trasporto turistico, entrate proprio in quegli anni in una fase di crescita tumultuosa e di forte espansione, e la trasformazione in ANAV.

Un’evoluzione necessaria per adeguare la struttura associativa alle rinnovate esigenze del mercato del trasporto di persone e meglio rispondere alle esigenze di semplificazione normativa disegnata dal legislatore europeo e dal Parlamento nazionale.

anni per il trasporto con autobus: la storia di ANAV